Pin It

Fenomeni di genere che non possono ribaltare lo stato delle cose

di Tullio Parlante

Come può un illustre dirigente di Sinistra Italiana affermare che manifestazioni del Family Day fomentano odio e razzismo?

Quando viene illustrata lo svolgimento di una manifestazione del Gay Pride, credo che - politicamente parlando - in passato queste banali prese di posizioni non sono state cosi dure all'indirizzo di chi non sente l'unione tradizionale uomo-donna come parte integrante del concetto di famiglia.

Se è vero che viviamo ancora (qualche dubbio comunque ci assale) all'interno di un modello democratico, non possiamo fare altro che esprimere anche delle posizioni che non trovano riscontro in chi è convinto di essere illuminato nella convinzione del sapere, oltre a far sentire anche la voce di chi non prevarica certi modelli familiari. 

La politica - con questo modo arrogante di gestire passaggi delicati del vivere quotidiano - non sta facendo altro che danneggiare quel percorso irto di ostacoli che col tempo potrà essere spianato nella ricerca di una pianificazione che "probabilmente" troverà quel punto d'incontro di idee e modelli di vita sociale diversi, a prescindere. 

Non possiamo osannare un modello tradizionale di famiglia che a modo loro "probabilmente" li porta nella convinzione di giustezza nelle dovute richieste, rispetto alla demonizzazione di un'altra cosa che è diametralmente opposta come valore individuale e collettivo del reale bisogno di famiglia. 

Chi gestisce la cosa pubblica, quindi la politica, deve tener conto anche di un modello di pensiero diverso, perché poi quando ci torna alla mente gli anni quaranta, qualche riflessione va pure fatta.

Nella libertà di pensiero e di opinione, tutti devono avere quello spazio necessario per poter esprimere anche opinioni diverse.

Ciò si chiama DEMOCRAZIA. In una visione molto più ampia, laddove si incontrano modelli e stili di vita diversi, va 

considerato che il popolo italiano non è mai stato razzista, ma che, probabilmente, questi atteggiamenti e modi di fare, stanno dando un buon incentivo a chi fomenta odio e razzismo. 

Duemila anni di storia e di cultura religiosa, non si possono cancellare con un colpo di spugna paragonando o mettendo sullo stesso piano l'acquisizione di diritti che hanno avuto e anno un percorso diverso nella pianificazione familiare. 

Tutti hanno il diritto di manifestare.

Di porre in evidenza le proprie idee, ma, come tutte le cose, ci vuole rispetto per gli altri nell'affermare che io sono nel giusto e tu no.

Diversamente, si entra in un labirinto dove diventa impossibile trovare la via d'uscita. 

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna