Pin It

Gli autori premiati durante la Rassegna dell'Editoria Abruzzese

di Kristine Maria Rapino

Si sta svolgendo in questi giorni presso il Circolo Aternino di Pescara la 18ª Rassegna dell’Editoria Abruzzese promossa dall’Associazione Editori Abruzzesi, un’importante manifestazione che vede coinvolti tanti autori ed editori della nostra regione.

Numerose le presentazioni letterarie con la presenza di oltre trenta scrittori, una vasta esposizione di libri e incontri dedicati al mondo dell’editoria.

La Rassegna, nata nel 1989 per far conoscere gli Editori Abruzzesi, quest’anno ha visto coinvolte anche le scuole, con lo scopo non solo di far conoscere l’editoria regionale ma anche di avvicinare i giovani alla lettura e all’arte.

Nella giornata di domenica sono stati consegnati i Premi per l’Editoria Abruzzese, concorso giunto ormai alla sua quinta edizione e riservato ad opere di narrativa, poesia e saggistica, edite dalle case editrici abruzzesi aderenti all’Associazione Editori Abruzzesi.

Quest’anno, ben quattro premi su sei sono stati assegnati a opere delle case editrici dell’editore teatino Marco Solfanelli.

Tra i premiati: “Come fiori nella pioggia” di Loredana Pietrafesa, edizioni Tabula Fati; “Il mistero di Tomar” di Pino Coscetta, edizioni Solfanelli; “Nei silenzi da catturare” di Giovanni Di Guglielmo, edizioni Tabula Fati; “Silenzio muto” di Corrado Pace, Segmenti Editore; “Delirio. Composizione e scomposizione del pensiero delirante” di Enrico Magni e Simon Pietro Scaccabarozzi, Edizioni Psiconline e “Agonismi politici. Letture del fenomeno sportivo nell’età contemporanea” di Alessandro D’Ascanio, edizioni Solfanelli.

Un premio Speciale per la “Promozione e diffusione della cultura e dell’editoria abruzzese” è stato assegnato a Edoardo Micati, Simone Gambacorta, Giovanni D’Alessandro, Lucio Troiano, e Alessandro D’Ascanio.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna