Pin It

A Natale, Chieti suona Jazz

di Kristine Maria Rapino

Prenderà il via il 24 novembre, con il concerto di Max Ionata e Dado Moroni, la terza edizione del “TEATE WINTER FESTIVAL”, manifestazione jazzistica realizzata dall’Associazione Culturale Art&Show, in collaborazione con il comune di Chieti e il Polo Museale d’Abruzzo. 

Un festival giunto ormai al suo terzo anno, dopo che le edizioni precedenti hanno sottolineato la qualità dei professionisti coinvolti e la straordinaria partecipazione dei cittadini e degli esercizi commerciali. 

«Un’iniziativa frutto della passione, della caparbietà e della professionalità di chi la organizza, che vede il comune un partner attento e coinvolto» ha dichiarato oggi in conferenza stampa il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio.

«Il jazz fa vivere la città, entra nei locali della città», questa, la caratteristica. «E può diventare anche un brand per il nostro centro storico, una manifestazione che caratterizzi il nostro Natale», ha sottolineato. 

Un investimento sull’emozione, dunque, che sia anche un incentivo per le attività commerciali. «La nostra città può essere generatrice di felicità», afferma con convinzione il primo cittadino, «ma perché questo avvenga, ci dobbiamo credere tutti.»

Il direttore artistico del Teate Winter Festival, il M° Fabio D’orazio, annuncia con entusiasmo le diverse proposte in programma. «C’è voglia di vivere il festival. La peculiarità di questa formula è la diversificazione del jazz secondo le sue mille forme e le sue mille possibilità, nei tanti luoghi che ci ospitano.» 

Prima novità di quest’anno, il cambio di sede: i concerti in programma si terranno nell’Auditorium V. Cianfarani, all’interno del Museo archeologico nazionale “La Civitella”.

I concerti ufficiali sono quattro: in apertura il già citato Max Ionata e Dado Moroni in “Two for you”, con repertorio di Duke Ellington e Stevie Wonder. Il 2 dicembre sarà la volta del trio Bosso-Tucci-Gurrisi, mentre il 15 dicembre vedrà la doppia partecipazione del quartetto Cinedelika e Luca Santaniello Quartet con la cantante londinese Sara Dowling.

L’ultimo concerto, in programma per il 22 dicembre, sarà un evento molto particolare.

«Ci tengo molto, non perché sia io il direttore di quella performance», annuncia il Maestro D’Orazio, «ma perché si andrà ad eseguire per la prima volta nella nostra città una partitura composta da un musicista inglese, Bob Chilcott, che ha commissioni per la sua musica da tutti i più grandi enti classici e non, in tutto il mondo. Eseguiremo con due cori della città e un trio jazz, così come prevede la partitura, la Little Jazz Mass.» 

La Messa sarà eseguita presso la chiesa di San Francesco Caracciolo (Tricalle), alle ore 17:30.

Quest’ultimo evento è a ingresso gratuito. Per tutti gli altri, sarà possibile acquistare i biglietti in prevendita su ciaotickets (online e rivendite autorizzate).

Oltre ai concerti ufficiali, altre performance serali saranno ospitate nei diversi locali della città che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa. 

Un aspetto inedito dell’evento è il Jazz Cafè, curato dallo scrittore e poeta Andrea Magno, che vedrà la presentazione di libri, tra i quali quello del vincitore del Premio Flaiano Opera prima 2017, lo scrittore e giornalista Mariano Sabatini, autore de L’inganno dell’ippocastano (Salani). 

Altro punto di forza del Festival è JAZZ’nCLICK, la terza edizione del concorso fotografico promosso dall’A.C. Fotoclub di Chieti, e che quest’anno vedrà l’apertura anche a fotografi professionisti, e la premiazione dei portfolio di dieci fotografie, non più di un singolo scatto. 

Novità di questa terza edizione del Teate Winter Festival è anche “MOUSIKÈ for KIDs”, laboratori per bambini volti a promuovere la cultura musicale, realizzati in collaborazione con il Polo Museale d’Abruzzo e l’Associazione Culturale Mnemosyne.

Con l’occasione è stata creata anche una birra artigianale, “Britney”, a parlarne è l’ideatrice della manifestazione, Grazia Di Muzio.

«Una birra che nasce dalla collaborazione con i proprietari del locale Malto&Co di Via degli Agostiniani e il birrificio Postribolo, con l’idea di scaldare e accompagnare le serate del Teate Winter Festival.» 

Accanto ai momenti artistici, un impegno per la solidarietà: il “Progetto Bimbo”, per la radioterapia oncologica dell’Ospedale SS. Annunziata di Chieti, che viene sostenuto con una parte del ricavato dei concerti.

Diversi gli sponsor istituzionali (Megalò, Carrefour, Reale Mutua, Abrex), numerosi sostenitori, il patrocinio della Camera di Commercio, la Provincia e la Confartigianato Imprese, per un evento di alta qualità nella città di Chieti.

Tutti i dettagli del programma sono disponibili sulla pagina Facebook e sul sito internet di Teate Winter Festival.

http://teatewinterfestival.com

https://www.facebook.com/teatewinterfestival/

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna